Corea del Sud - ASIA VERY COOL

Songdo Incheon, Corea del Sud

Songdo Incheon, Corea del Sud

La vita per le vie di Seul

La vita per le vie di Seul

Paesaggi coreani

Paesaggi coreani

 

Corea del Sud - ASIA VERY COOL

La Corea del Sud, ufficialmente conosciuta come Repubblica di Corea, è uno Stato dell'Asia orientale che occupa la metà meridionale della penisola coreana. La Corea del Sud è suddivisa amministrativamente in una città speciale, Seul, sei città metropolitane e nove province, di cui una a statuto speciale.

 

La capitale è Seul, una città dal fascino antico e ultramoderno, che fu distrutta durante la guerra di Corea, e poi ricostruita negli anni Cinquanta. È attraversata dal fiume Han-gang, che divide il quartiere centrale di Chung-gu, quello di Chongno-gu e quello di It'aewon-dong. Seul è  famosa per i suoi palazzi, come il Palazzo Kyongbokkung, ed il Palazzo Ch-anggyonggung, costruito nel 1104, che un tempo era la residenza estiva dei regnanti.

 

Il tesoro nazionale di maggiore importanza è la Porta Namdaemun, che un tempo era la principale per accedere alla capitale. La vera vita coreana rurale e tradizionale contadina è visibile nel Korean Folk Village, in cui si trovano laboratori artigiani, una fabbrica di birra, una scuola confuciana, un tempio buddhista e un mercato.

 

Il Sorak-san National Park, tra i più belli del paese, è situato sulla costa orientale ed è arricchito da foreste rigogliose, magnifiche cascate, fiumi, spiagge e templi antichi. Fino al X secolo, Kyongju fu la capitale della dinastia Silla; ricca di storia e tradizione, al suo interno ritroverete templi, tombe, palazzi, giardini e castelli. Nel centro cittadino c'è il Tumuli Park, un'enorme area delimitata da mura che ospita 20 tombe reali.

 

L’attrazione principale dell’architettura templare silla è costituito da Pulguksa, un imponente tempio costruito su una serie di terrazze di pietra a circa 16 km dalla cittadina, con cornicioni e pitture. Puyo, nella parte occidentale del paese, era un tempo la capitale del regno di Paekche, ma ora è una località tranquilla e accogliente che vanta di un Museo Nazionale che ospita armi, brocche, immagini del Buddha, tegole di tetti, urne funerarie e campane di bronzo risalenti al periodo storico che va dal VI al XIV secolo. 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK